.
Annunci online

Pensieri e parole in ordine rigorosamente sparso
16 settembre 2004
La Storia bussa alla porta

"La Storia è sempre stata scritta dai vincitori. Quando due culture si scontrano, chi perde viene cancellato e il vincitore scrive i libri di storia, libri che contengono la sua causa e condannano quella del nemico sconfitto. Come ha detto una volta Napoleone: "Che cos'è la storia, se non una favola su cui ci si è messi d'accordo?". Ma per la sua stessa natura, la storia è sempre un racconto da una sola prospettiva". (da "Il Codice Da Vinci" di Dan Brown)


Da qualche tempo la Storia mi si impone. Dopo un'infanzia da quasi adulta in cui, invece di giocare con bambole e costruzioni, - come una Mafalda in carne e ossa - mi ponevo interrogativi sul mondo universo, su passato, presente, futuro e grandi questioni, ho fatto una scelta. Ho preferito limitarmi a vivere il presente (dello spazio e del tempo). Il qui e l'ora del mondo in cui vivo. Giusto per limitare un po' la confusione mentale e riacquisatre almeno in parte il senso della realtà (mi perdo facilmente davanti ai grandi interrogativi, io, che non riesco a trovare spiegazioni sufficientemente valide a quasi nulla).


Ma da qualche tempo la Storia, con tutti i suoi strascichi di cause, ragioni, motivi e conseguenze, mi si riaffaccia spesso e mi costringerà a riaprire capitoli lasciati a metà...




permalink | inviato da il 16/9/2004 alle 10:17 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa
27 agosto 2004

FREDERIC BEIGBEDER - "Lire 26.900" - FELTRINELLI




permalink | inviato da il 27/8/2004 alle 12:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
27 agosto 2004

LORENZO LICALZI - "Non so" - FAZI

"Io faccio parte di quella percentuale minima di italianiche ai sondaggi risponde non so. Qualsiasi domanda facciano c'è sempre qualcuno che risponde non so. Anche se chiedono qual è la capitale d'Italia o se preferisici il dolce o il salato, un uno per cento di italiani risponde non so. ecco, quell'uno per cento sono io. In realtà nessuno mi ha mai chiesto niente, ma se mi chiedessero qualcosa, qualsiasi cosa, risponderei non so, un po' perché le convinzioni non sono il mio forte, ma soprattutto perché non ho nessuna intenzione di dire a quelli del sondaggio se preferisco il dolce o il salato o qual è la capitale dell'Italia. Il mio problema è che  io spesso non so anche sulle questioni che mi riguardano personalmente, anche quando a chiedermi qualcosa è Giulia, mia moglie, che invece è una che sa. Come quando mi ha detto che aspettavamo un figlio e mi ha chiesto se ero contento. Oggi lo so, oggi saprei rispondere perfettamente, ma allora non lo sapevo se ero contento oppure no."

"




permalink | inviato da il 27/8/2004 alle 11:57 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
27 agosto 2004

LORENZO LICALZI - "Io no" - FAZI

2




permalink | inviato da il 27/8/2004 alle 11:49 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
25 agosto 2004

ANNE TYLER - "Un matrimonio da dilettanti" - GUANDA

Una storia d'amore (amore? mah, diciamo di un rapporto di coppia) nata all'inizio della guerra. Un uomo e una donna, i loro figli, i loro drammi e la loro quotidianità per una vita lunga mezzo secolo. Una saga familiare credibile e realistica.




permalink | inviato da il 25/8/2004 alle 14:42 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
25 agosto 2004

Cominciamo con una breve rassegna dei libri letti quest'estate...

 

LORENZO LICALZI - "Il privilegio di essere un guru" - FAZI

 

Trentanni suonati, infermiere genovese, Andrea Zanardi è un vero appassionato di ... donne. Il suo unico scopo sembra essere il conquistarle e per farlo si costruisce identità via via differenti, inventandosi vite e verità sempre diverse. Divertente, ironico, a tratti assurdo, ma comunque vagamente credibile, mi ha ocnquistato a tal punto che sono passata a leggere l'opera omnia (facile, rapido e del tutto indolore: 3 libri in tutto, divertenti e leggeri, ma ascritti davvero bene) di Licalzi.




permalink | inviato da il 25/8/2004 alle 14:36 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
21 maggio 2004

Questo è il segreto di un grande progetto: render possibile l'impossibile. Vi darò un consiglio: dopo aver detto impossibile, cominciate  apensare, sempre. Il talento sta nell'abbattere questa barriera


(da "La casa del sonno" di Jonathan Coe)




permalink | inviato da il 21/5/2004 alle 17:7 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
21 maggio 2004

"In che cosa credi?"

"Nel destino. Nel destino che siamo noi stessi a plasmare e che poi accettiamo. Credo nella vita, in quelle diversità che alla fine combaciano sempre perfettamente, quando mille particolari si ricompongono sino a formare un tutto unitario, un uomo, una vita. Credo nell'amore e nella mutevolezza della fortuna. E credo nella scrittura, perché la scrittura ha potere sul destinoe sul tempo. Nulla di ciò che fai, desideri, ami e dici è detsinato a durare..."


(da "La recita di Bolzano" di Sandor Marai)




permalink | inviato da il 21/5/2004 alle 17:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
21 maggio 2004

...La vita è selezione continua, pensava, e tutto ciò che è dolore, o legato al dolore, deve essere allontanto dalla memoria, anche se la memoria non muore...


(da "Instant Love" di Luca Bianchini)




permalink | inviato da il 21/5/2004 alle 16:57 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
  

Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte